venerdì 12 agosto 2011

Racconto di un campo di reparto

26 agosto 2009

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html
Il campo di reparto si è concluso ormai da circa tre settimane. In questo periodo di ferie e di meritate vacanze, torniamo su questo blog per parlarvi ancora un po’ del nostro campo.

Come tutti sapete il campo estivo si è concluso il 6 agosto. E dopo quindici giorni tra i boschi dell’ Umbria siamo infine tornati a casa carichi di emozioni e ricordi.

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html
Qualche notizia in più sul campo:
La gara di campo si è conclusa inaspettatamente con un primo posto a pari merito delle sq. Orsi e Tigri. Evento del tutto imprevedibile che vede solo un altro precedente nella storia del nostro reparto!
Complimenti vivissimi ad entrambe le squadriglie! Entrambe hanno dato il massimo durante tutto il campo ed entrambe, ognuna secondo le sue caratteristiche, hanno meritato questo primo posto!
La gara di cucina quest’ anno invece è stata vinta dalla Sq. Gazzelle.

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.htmlhttp://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.htmlNon ci sono state altre “gare” durante questo campo ed il resto delle attività sono state vissute senza nessuna competizione.
Tuttavia non sono mancate attività importanti di pionieristica, esplorazione, di trappeur, di mani abili, di espressione e tante altre ancora….. quest’ anno non ci siamo fatti mancare niente, c’è stata persino la costruzione di forni con “serata della pizza”!!

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html
Gli Hike di squadriglia (anzi “i Raid” , è così che si dovrebbero chiamare) sono andati abbastanza bene sul versante delle sq. maschili e con qualche imprevisto, risoltosi poi nel migliore dei modi, per quello che riguardava le sq. femminili.
Quest' anno inoltre, per la prima volta, sono state utilizzate le radio (quelle senza obbligo di licenza) per mantenere un contatto costante con le squadriglie in missione. L'esperienza ha avuto un grande successo!

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.htmlVi parliamo un po’ dell’ ambientazione:
Grazie all’ ambientazione del campo, ci siamo calati nel magico mondo dei Samurai alla ricerca della loro “via della spada”, del loro codice d’onore: “il Bushidò”.
I principi del codice degli antichi samurai ( Ovvero: Onestà e Giustizia;Eroico coraggio; Compassione, Gentile cortesia,; Completa sincerità, Onore, Dovere e Lealtà) sono stati i temi delle nostre riflessioni giornaliere.
http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.htmlDurante il gioco notturno i “samurai” si sono lanciati all’inseguimento dei Ninja che avevano derubato il villaggio delle loro cose più care tra cui “Il Sakura”, il simbolo del fiore di ciliegio sacro ai samurai. Alla fine, tutti insieme sono riusciti a recuperare il “talismano del Sakura”, trafugato dalle spie Ninja, che è stato collocato al centro ideale del villaggio (alzabandiera).
http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.htmlDurante il grande gioco (Organizzato quest’ anno da Francesca e Silvia) invece, i Samurai si sono scontrati con un gruppo di "Ronin" (samurai senza padrone, allo sbando) e in una “furiosa battaglia” a colpi di farina, entrambe le fazioni hanno infine ritrovato la pace.
Il torneo di quest’ anno è stato organizzato e gestito da Alessio e Giancarlo che hanno proposto un gioco nuovo per la maggior parte del reparto: Il “Samuridich”!
I “teru teru bozu” (gli amuleti giapponesi contro la pioggia) hanno tenuto lontano “Amefushi” (lo spirito della pioggia) praticamente per tutto il campo. Solo verso la fine c’è stata un po’ di pioggia, ma non è stato certo un problema.

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html
Parlando un po’ dei luoghi:
Il contesto naturale in cui abbiamo vissuto per quindici giorni è stato molto rilassante e accogliente.
Non mancavano le zone in ombra e il bosco circostante era pieno di legna. Il sottobosco era ricco di lamponi, more e fragole di bosco che hanno aggiunto un tocco di dolcezza in più a molti pranzi e cene.

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html

Ogni sabato abbiamo preso messa nel vicino paese di Gavelli (circa 2 km) e abbiamo colto l’occasione per visitare il paese e l’antica chiesa di S.Michele con i suoi splendidi affreschi.
http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html
Gavelli è un paesino aggrappato al fianco della montagna e abitato oggi da circa una dozzina di persone (per lo più anziani). Passeggiando per il paese si ha la sensazione di fare un viaggio indietro nel tempo. L’essenzialità e l’ospitalità degli abitanti rimarranno impresse nelle nostre menti.

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html
L’angolo della preghiera:
Come già detto sopra, ogni giornata di campo era caratterizzata da un tema specifico e tali temi sono serviti come spunto per riflettere e pregare.
Con dei legni trovati sul posto e un immaginetta portata da casa, raffigurante la “Madonna di Ceri”, abbiamo creato a fianco dell’ alzabandiera un angolo dedicato alla preghiera.
Alla Madonna di Ceri abbiamo affidato per tutto il campo le nostre preghiere e vogliamo concludere questo racconto della nostra avventura estiva dando appuntamento a tutti i ragazzi del reparto (disponibili in quelle date) a partecipare alla tradizionale processione diocesana che si svolgerà il 12 settembre a Ceri.
Sarà un’ occasione per rivedersi, pregare e renderci utili prima dell’ inizio del nuovo anno scout.

Concludendo:
E’ difficile riassumere in poche righe un’ esperienza durata quindici giorni e ci sarebbero tante altre cose ancora di cui parlare! Ma per ora ci fermiamo qui.

http://cerveteri1.blogspot.it/2011/08/racconto-di-un-campo-di-reparto.html

Buon proseguimento e conclusione delle vacanze a tutti!
E ci si rivede a Settembre!

Nessun commento:

Posta un commento